Catalogazione maniacale

Discussion in 'IT' started by Obegu, Jun 1, 2018.

  1. Obegu

    Obegu Member

    Joined:
    Aug 19, 2015
    Messages:
    15
    Likes Received:
    13
    Location:
    Modena (Italy)
    Ciao a tutti.
    Sono un pianista con la mania dei pianoforti ovviamente ma... anche di qualsiasi cosa sia suonabile attraverso tastiera digitale e PC.
    In molti anni ho collezionato librerie musicali di vario tipo oltre ad un gran numero di pianoforti sia per Kontakt che per UVI Player o VST. Alcuni pianoforti splendidi, altri mediocri, però conservo tutto con cura.

    Sono curioso di sapere se tra di voi c'è qualcuno che cataloga le sue librerie in modo da poter avere a portata di mano le informazioni e i tag principali come ad esempio se sono archi, o percussioni, o pianoforti chitarre bassi synth ecc ecc ecc....

    Io ho creato un file excel contenente per ogni riga l'immagine della libreria (spesso creata da me) e le caratteristiche principali (casa produttrice, titolo, versione, catalogazione per tipologia, e una breve impressione personale).

    Ma... qualcuno fa la stessa cosa per caso oppure sono io ad essere maniacale???:woot:
     
  2.  
  3. TonyG

    TonyG Guest

    Ciao @Obegu!
    Sei un maniaco.:metal: Sei un maniaco. Se possibile, mi piacerebbe vedere un esempio di ciò che dici di fare. Grazie
     
  4. Arnesaks

    Arnesaks Newbie

    Joined:
    Jan 31, 2014
    Messages:
    1
    Likes Received:
    1
    Ciao @Obegu . Si, sei un maniaco, ma non sei il solo. Tutte le mie librerie sono catalogate in cartelle per classe di strumento, e all'interno di queste ci sono sottocartelle per marca e modello dello strumento virtuale o campionato. Questo tipo di organizzazione non vale solo per le librerie di campioni, ma per ogni singolo programma in mio possesso. Siccome nel mio caso il file di excel sarebbe enorme e quindi non pratico, uso un programma che indicizza tutti i circa 40 TB di dati, e mi dice immediatamente dove si trova qualunque cosa. Il programma in questione si chiama AbeMeda ed è il più veloce della sua categoria. Lavorando con un hackintosh indicizzo anche il software e gli strumenti virtuali sotto OSX con un altro programma che si chiama Neofinder, prodotto dalla stessa ditta di AbeMeda (e che condivide gli stessi indici). Inoltre, una volta alla settimana, sincronizzo gli originali di tutto questo software con un backup su NAS (altri 40 TB) tramite il programma Goodsync (su Windows) e CarbonCopy (su Mac). Avere tutto il software indicizzato permette la ricerca non solo tramite il nome, ma anche tramite operatori booleani e tramite caratteristiche come data, dimensione, tipo ed estensione.
     
    • Like Like x 1
    • Funny Funny x 1
    • List
  5. Obegu

    Obegu Member

    Joined:
    Aug 19, 2015
    Messages:
    15
    Likes Received:
    13
    Location:
    Modena (Italy)
    Ciao @Arnesaks.​
    Certo se hai 40 TB ... No no io non posso competere! Ma mi fa piacere conoscere altri maniaci della catalogazione hehehe.
    La mia è una passione estetica. Ho circa 6 TB di librerie e ho iniziato da subito a catalogarle: mi piace avere l'immagine della wallpaper di Kontakt che mi ricorda meglio il tipo di libreria, poi i tag li aggiungo secondo le mie esigenze. Per i synth e gli effetti invece inserisco su excel lo screenshot della GUI.

    A volte spostare i file nel HD mi crea qualche problema in quanto, se in precedenza avevo linkato quel file nella sua posizione oppure utilizzato la libreria su kontakt e altri software poi questa non si trova più: preferisco tenere traccia di dove sistemo i file.
    Questo problema l'ho risolto recentemente installando il programma HardLinkShellExt: il software mi permette di spostare un file da A a B e creare un collegamento virtuale così che i software che lo utilizzavano lo trovino sempre in A. Per spostare alcune librerie ingombranti mi è stato utilissimo.

    Ovviamente uso anche io un programma per l'indicizzazione (utilizzo solo Windows) che si chiama Everything: è velocissimo e permette di cercare su tutti i drive ma anche per drive o per estensione.
    Per il backup uso invece SyncBack, ma solo per i file creati da me. Per le librerie mantengo tutti i files originali compressi o su immagine CD su altri HD.

    Appena riesco invio un excel di esempio come mi ha chiesto @TonyG
     
  6. Obegu

    Obegu Member

    Joined:
    Aug 19, 2015
    Messages:
    15
    Likes Received:
    13
    Location:
    Modena (Italy)
    Ciao @TonyG
    Ecco un esempio del mio file di Excel.
    Ovviamente ho dovuto un po' ridurlo togliendo molte linee. In origine era di circa 80MB ma anche con questa versione depurata ti puoi rendere conto della mia maniacalità hehehe.
    Il file utilizza macro e puoi attivarle senza paura :wink:
    La barra superiore ha i titoli sensibili nei bottoni ed è possibile ordinare ogni colonna facendo clic sul simbolo inserito nella prima riga. Se si ordinano lerighe con il comando a tendina non vengono mantenute le altezze e il risultato è orribile.
    Ciao
     
  7. TonyG

    TonyG Guest

    @Obegu Grazie per aver inviato l'esempio. È un'idea eccellente L'avevo pensato diverse volte e ora che posso vedere cosa hai fatto, penso che inizierò a fare lo stesso.:thanks:
     
  8. Obegu

    Obegu Member

    Joined:
    Aug 19, 2015
    Messages:
    15
    Likes Received:
    13
    Location:
    Modena (Italy)
    Benissimo! E presto aspetteremo il tuo catalogo!
    Se pensi di utilizzare come base il mio excel, fammi sapere che ti spiego alcune cose importanti sul modello. Ci ho messo un tot per partorirlo hehehe.
     
  9. Diabulus in Musica

    Diabulus in Musica Platinum Record

    Joined:
    Jun 7, 2011
    Messages:
    728
    Likes Received:
    174
    Location:
    AudioSex
    Ma poi almeno le usate tutte queste librerie? :hillbilly:
     
  10. Obegu

    Obegu Member

    Joined:
    Aug 19, 2015
    Messages:
    15
    Likes Received:
    13
    Location:
    Modena (Italy)
    :mad: Gulp! Proprio tutte...??? Nooooo!
    Io in realtà registro con solo il pianoforte, e ho il mio preferito, ma non so resistere a collezionare tutti i nuovi che escono!!!
    Il resto no, non lo uso: mi piace mettermi al pc e ascoltare i suoni, vedere i progressi delle varie case produttrici, e annotare quando trovo suoni interessanti dove li potrei utilizzare!
    :speaker:
     
  11. Ellin

    Ellin Ultrasonic

    Joined:
    Sep 20, 2015
    Messages:
    99
    Likes Received:
    25
    Location:
    Italy
    Sono anch'io un collezionista di librerie. Mi sono chiesto più volte perché collezionare suoni è diventata quasi una ossessione. Se anche iniziassi stanotte a provare per almeno 2 secondi ogni suono e preset contenuto nelle centinaia (forse migliaia) di librerie archiviate nei miei hd non vivrei abbastanza a lungo. Figuriamoci a suonarli!
    E se domani smettessi di aggiungere altre librerie e decidessi di registrare le future tracce con quelle che già ho, potrei fare musica fino alla fine dei miei giorni senza mai usare due volte lo stesso suono...
    Eppure continuo ad aggiungerne... e gli hd continuano ad aumentare... e la loro gestione mi occupa sempre più tempo (che dovrei invece passare a suonare)...
    Ma perché?
    Una risposta che mi sono dato è che io provengo dal mondo dell'analogico, epoca pre-internet, e quando ero ragazzo mi arrangiavo con i pochissimi strumenti che potevo permettermi, tutti di basso profilo, sognando di avere un giorno un Bosendorfer, un Hammond, un Moog, o almeno un paio di synth decenti... quel sogno si è in qualche modo avverato in questo millennio grazie ai computer. Avere una collezione di strumenti virtuali non è certo come possedere i veri strumenti, ma ai fini della registrazione di un brano poter usare quegli stessi suoni via software è altamente gratificante perché porta allo stesso risultato che si otterrebbe con i veri strumenti. E questo senza essere miliardario.
    Da qui il desiderio di non lasciarsene sfuggire nessuno.
    Quando poi grazie alle librerie si ha accesso a tutti gli strumenti del mondo, e anche a quelli non di questo mondo... beh, sviluppare una dipendenza è quasi inevitabile...
    Ma, certo, alla lunga è un po' estenuante navigare in mezzo ai milioni di file archiviati per cercare proprio "quel" suono che hai in testa... e poi non trovarlo. Magari una volta ti saresti ingegnato a far passare la tastiera in un pedalino per chitarra e registrarla mettendo un microfono davanti alla cassa e scoprire così che potevi creare suoni fantastici - solo tuoi - con attrezzature da due soldi... E' così per esempio che i Pink Floyd trovarono il "ping!" che ha reso l'incipit di Echoes in Meedle una pietra miliare...
    Su una rivista musicale inglese ho letto che avere tanti vst e tante librerie riduce l'elasticità creativa, ovvero: si fa di più quando si ha di meno. E consigliavano di fare musica restringendo l'uso a uno o due vst e un paio di librerie soltanto. C'è del vero in questo. Ma come fare a resistere?...
     
    Last edited: Jun 9, 2018
  12. Obegu

    Obegu Member

    Joined:
    Aug 19, 2015
    Messages:
    15
    Likes Received:
    13
    Location:
    Modena (Italy)
    Infatti @Ellin : il collezionismo non implica il fatto che poi tu usi realmente tutto quello che hai.
    Io ho collezionato adesivi, scatole di fiammiferi, tappi a corona, lattine di bibite... Poi con l'era digitale viene voglia di colleionare altro, dagli mp3 ai vst.
    I vst e le librerie mi piacciono particolarmente perchè è un po' come guardare un film con le orecchie hahaha: apri un rhodes e lo utilizzi per suonare un giro armonico e una improvvisazione, poi ne apri un altro e fai il confronto, poi ti ricordi di avere anche un vst free e suoni a che con quello, per puro divertimento, apprezzando la GUI, i comandi, le automazioni e gli script. Stranamente le vecchie librerie per Kontakt senza una GUi attraente, senza manopole e rotelle... Non hanno su di me un gran effetto!

    Sul forum hanno anche pubblicato un tread sulla dipendenza dallo scaricare bst e librerie: un po, mi sono riconosciuto!
    https://audiosex.pro/threads/are-you-addicted-to-audio-warez.38322/

    Comunque, se per caso appronterai un catalogo delle tue librerie, magari passa parola, così faremo un confronto.
    Sono d'accordo però che per fare buona musica non occorrono più di un paio di librerie e tanta creatività!
     
  13. Ellin

    Ellin Ultrasonic

    Joined:
    Sep 20, 2015
    Messages:
    99
    Likes Received:
    25
    Location:
    Italy
    ...la sola idea di fare un inventario dei 32 tb di librerie mi fa venire le vertigini... preferisco continuare a frugargli dentro senza sapere cosa ci sia, a volte faccio scoperte sorprendenti...
     
  14. Diabulus in Musica

    Diabulus in Musica Platinum Record

    Joined:
    Jun 7, 2011
    Messages:
    728
    Likes Received:
    174
    Location:
    AudioSex
    Gesù 32 TB :lmao:
     
  15. TonyG

    TonyG Guest

    Pensavo di essere l'unica persona pazza in questo forum:metal::mad::headbang:
     
    • Like Like x 1
    • Funny Funny x 1
    • List
  16. Ellin

    Ellin Ultrasonic

    Joined:
    Sep 20, 2015
    Messages:
    99
    Likes Received:
    25
    Location:
    Italy
    ...e poi dover convivere con alcune paure sempre accanto: che un giorno AudioZ non sia più accessibile, ad esempio, o che il prossimo update di Kontakt renda inutilizzabili tutte le librerie più vecchie, o che un ladro entri in casa e invece di portar via i soldi si prenda tutti gli hd che trova in giro...
    E poi il terrore più irrazionale di tutti: e se perdessi tutti gli hd che contengono tutte le librerie che ho messo meticolosamente insieme per quasi 20 anni, e dovessi ricominciare da zero?... A questo proposito: qualche mese fa ho traslocato; ho fatto portare via col camion tutto quanto, meno gli hd contenenti le librerie, che ho imballato tutti insieme e per sicurezza ho portato in macchina a parte. Poi mentre andavo ho pensato: e se ora faccio un incidente e tutti gli hd si rompono e perdo TUTTI i suoni? Capite, non pensavo che potevo perdere una gamba o peggio, ma che potevo perdere i suoni... Comunque ora so di essere stato superficiale. Infatti se dovessi traslocare di nuovo separerei gli hd principali dai loro backup, e manderei i due gruppi via separatamente. Almeno in caso di incidente di uno si salverebbe l'altro! Altro che dipendenza, qui rasentiamo il disordine mentale...
    Ah già, e infine dover sopportare anche il peso dell'incomprensione, perché quando parlo di questo con la mia compagna o i miei amici mi guardano come fossi pazzo. Ma qui so che voi mi capite...
     
    • Funny Funny x 2
    • Love it! Love it! x 1
    • List
  17. Rhodes

    Rhodes Audiosexual

    Joined:
    Feb 4, 2015
    Messages:
    905
    Likes Received:
    512
    hahahaha... fatti un paio di canne prima di partire con la macchina, e un altro paio quando arrivi a casa :D

    Mi sa che hai una vita molto bella se questi sono i problemi che ti preoccupano... ti invidio :)
     
  18. Rhodes

    Rhodes Audiosexual

    Joined:
    Feb 4, 2015
    Messages:
    905
    Likes Received:
    512
    Comunque, un tema interessante...

    Io scarico tutte quelle libs di strumenti che mi interessano, ma dopo averle provato, scelgo quelle che ritengo buone per il mio orecchio, e quelle meno buone se ne vanno.

    Ho iniziato a far cosi dopo i primi 4 TB ... arrivare a 32 non me lo posso immaginare.

    Comunque non giudico nessuno... ognuno c'ha le proprie viti di traverso, e io non faccio eccezione.
     
  19. Obegu

    Obegu Member

    Joined:
    Aug 19, 2015
    Messages:
    15
    Likes Received:
    13
    Location:
    Modena (Italy)
    Aaaaaah! Anche a me spesso assalgono queste paure! Quando resto fuori casa nascondo gli HD per timore che un ladro possa portarli via. Devo pensare seriamente a fare le copie delle copie :-D
    Questo bisogno compulsivo di scaricare... Mah... A volte mi preoccupa! Però poi quando mi metto ad ascoltare i suoni è un po' come leggere un libro o guardare un film.

    Io non elimino quasi nulla, a differnza di te : ieri un utente vedendo un post dove avevo scritto che Pianoteq non mi piaceva mi ha chiesto se ero interessato a vendergli il software e la licenza. Ok tanto non mi piace e non lo uso... E improvvisamente mi sono pentito e mi è venuta voglia di acquistare la versione 6! Ma non lo farò, anche se la versione demo non è male rispetto a quella che avevo io.

    Ah! Se io perdessi tutte le librerie... Mi resterebbe almeno il catalogo su excel da rimirare!! :rofl:
     
  20. Ellin

    Ellin Ultrasonic

    Joined:
    Sep 20, 2015
    Messages:
    99
    Likes Received:
    25
    Location:
    Italy
    Avere delle copie è l'unico appiglio psicologico, ma per star veramente tranquilli devono essere del tutto speculari, e l'unico modo per averle sempre identiche è copiare una nuova libreria contemporaneamente sia sull'hd principale che sul suo mirror. Rimandare il riversamento sull'hd di backup è un errore che si paga con il dover poi fare la copia integrale di tutto l'hd, operazione che - nel caso degli hd da 8 tb - può voler dire 48 ore di pc fermo... senza contare che nel tempo della copia si vive con il fiato sospeso perché se succede qualcosa (per es. un blackout) e l'hd principale si inchioda proprio in quel momento si può anche perdere tutto. Per evitare che questo accada io lascio gli hd mirror sempre collegati al pc, ma spenti. Li accendo solo quando aggiungo nuovi suoni all'archivio. Quando poi un giorno ho pensato: "devo fare una terza copia da tenere in un posto segreto..." mi sono detto che dovevo farmi vedere da uno bravo, e mi sono fermato. Certo, tutti gli hd con tutti i suoni ora sono nello spazio di 1 mt quadrato... e se un meteorite cade e colpisce proprio quel metro quadro allora non si può far altro che arrendersi al karma...

    Anch'io non elimino quasi nulla, tengo persino una marea di soundfont (circa 4 tb) che sono per lo più di bassa qualità... ma sappiamo che a volte un suono di bassa qualità nel giusto contesto rende meglio di un suono esageratamente pompato, e poi i file soundfont sono di una praticità pazzesca: si suonano con programmi free leggerissimi e semplicissimi che non si inchiodano mai e funzionano sempre, anche su pc di vent'anni fa e sono immuni da qualsiasi update o upgrade di sistema o di software. Diciamo che i soundfont sono la sicurezza che se anche tutto il resto va a farsi benedire, LORO ci saranno sempre, e sono talmente tanti e vari che con un uso sapiente si può fare qualsiasi tipo di musica senza sfigurare.

    Per quanto riguarda le librerie Kontakt sono meravigliose, ma anche un po' stressanti: ce n'è sempre qualcuna che sparisce dal Library Tab quando meno te lo aspetti e a volte non te ne accorgi nemmeno, e allora per sapere se ci sono ancora tutte devi fare dei controlli incrociati snervantissimi e poi contenere l'ansia mentre cerchi di capire come fare a rifarla tornare operativa. Ogni tanto qualcuna smette di funzionare su una versione di Kontakt e poi scopri che funziona ancora su una versione precedente... e ne escono a un ritmo tale che è diventato un lavoro a tempo pieno anche solo archiviarle... figuriamoci asoltarle... usarle poi in fase di registrazione è un passaggio ancora più remoto, e ogni aggiornamento di Kontakt corrisponde a un attacco d'ansia.
    Per cui a volte ho anch'io la tentazione di selezionare quel 5% di librerie che amo e rispecchiano i miei gusti e concentrarmi solo su quelle utilizzando una versione stabile di Kontakt e ignorare tutto il resto. In effetti una volta si facevano dischi bellissimi e originali usando una decina di strumenti al massimo.

    ...Ma poi è proprio come dice Obegu: quando è tutto acceso e funzionante, sei libero da scadenze e hai un po' di tempo in più, e decidi di ascoltare con cura una nuova libreria, inizi un viaggio in una terra nuova e sconosciuta, e spesso alcune idee musicali nascono proprio dall'incontro con un suono mai udito prima, un suono speciale, che ti rivela un incipit, un passaggio armonico, una combinazione nuova... e allora ti accorgi di quale tesoro immenso siano le librerie e sei grato di poterci mettere le mani sopra anche senza essere una rockstar. E quindi cosa fai? Esci a comprare un altro hd da 8 tb per essere sicuro di avere sempre spazio a disposizione... e lo stress riparte dal punto di partenza...
     
    Last edited: Jun 28, 2018
  21. recycle

    recycle Platinum Record

    Joined:
    Nov 13, 2013
    Messages:
    289
    Likes Received:
    154
    Location:
    Iraqi
    Si chiama disturbo ossessivo-compulsivo, leggi qua:
    https://www.apc.it/disturbi/adulto/disturbo-ossessivo-compulsivo/il-doc-comprensione-e-trattamento/

    È successo anche a me di cascarci con library, loops, VST, ecc.. Alla fine sono riuscito a risolvere questo problema dedicando piu tempo agli strumenti musicali fisici, al mixer vero, ai compressori veri e a tutte quelle macchine dove i pomelli si girano con le dita.
    Creare un piccolo studio con strumentazione hardware puo’ essere anche poco costoso, vedi synth Roland Boutique oppure Korg Volca, pedali FX Boss, mixer Berhinger, channel strip Stamaudio …
    Un sito interessante per conoscere le novita’ sugli strumenti elettronici e sound engineering è: https://www.gearslutz.com/

    Insomma, la cura hardware per me ha funzionato e tela consiglio. Buona fortuna
     
Loading...